Il personale poco preparato sulla birra penalizza i locali

Una ricerca condotta nel Regno Unito dalla Pioneer Brewing Co. (divisione craft di AbInbev) mette in evidenza come la clientela UK sia sempre più evoluta in termini di cultura birraria e sempre più esigente rispetto al servizio offerto dai locali.
Quella della qualità del servizio nei locali per un prodotto che richiede una cura dei dettagli minimale è un elemento imprescindibile per crescere come singolo locale, ma anche come movimento, ma questa non è una novità.
Vi chiederete perché un’indagine del genere proviene da una delle più grandi multinazionali della birra. I motivi potrebbero essere più semplici e banali di quello che pensate,  ma vediamo quali sono i risultati di questa ricerca.

BPET-Infographic_1

La ricerca ha rivelato che quasi tre quarti dei bevitori del Regno Unito (circa il 74%) sono disposti a provare una nuova birra (una birra che non avevano mai provato in precedenza) se il personale sa come parlarne, cioè se sa spiegarla adeguatamente.

Ancora, più di un terzo delle persone (36%) sono attratti da pub, bar ed altri rivenditori di birra se pensano che il personale abbia una conoscenza adeguata della stessa.

Il 56% degli intervistati (oltre la metà) ha ritenuto avere una conoscenza della birra maggiore rispetto al personale del loro pub locale.

Un quinto degli appassionati di birra (20%) evitano il loro pub locale se il personale non è abbastanza esperto circa le birre che servono.

I risultati hanno rivelato anche quali sono i più grandi errori nei locali osservati dalle persone circa il come viene servita la birra. Ecco i 5 maggiori errori emersi dalla ricerca:

  • Staff impreparato (63%)
  • Birra servita in un bicchiere caldo (o comunque birra non servita alla giusta temperatura) (59%)
  • Servizio breve e brusco (49%)
  • Birra servita nella tipologia di bicchiere sbagliata rispetto allo stile (23%)
  • Fare sentire stupido il cliente nel fare domande circa la birra (18%)

Quanto emerge quindi da questa ricerca è tutto ciò che in molti sappiamo ma non ancora in molti praticano, ovvero l’importanza di un corretto servizio e di un personale preparato.
In particolare, con l’emergere di numerosi locali che offrono birre artigianali, avere un servizio al top permette di creare fedeltà nei clienti e differenziarsi rispetto ai propri concorrenti.
In questo possono aiutare anche i numerosi corsi di degustazione organizzati in Italia (Fermento Birra e Unionbirrai per dirne due, ma sono tante le Associazioni locali che organizzano ottimi corsi), così come anche alcuni corsi più specifici per i publican, come i corsi di spillatura organizzati da Michele Galati, anche questi itineranti per lo “stivale”.

Il link all’articolo originale

http://www.ab-inbev.co.uk/2017/02/beer-knowledge-is-good-for-business/?utm_content=buffer56d4e&utm_medium=social&utm_source=facebook.com&utm_campaign=buffer

About the Author

Simone A.G.
Appassionato della birra artigianale in tutti i suoi aspetti. Creatore del network di informazione Alta Gradazione (comprendente Alta Gradazione Torrese). Appassionato di marketing e laureando in Economia Aziendale e Management Le mie birre preferite? Quelle anglosassoni, ma sicuramente dopo le birre acide in tutte le loro sfaccettature.

Be the first to comment on "Il personale poco preparato sulla birra penalizza i locali"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*